Vivi Serenamente la Tua Intolleranza al Lattosio

BLOG LATTASI PLUS

Vivi Serenamente la Tua Intolleranza al Lattosio

Come si estrae l’enzima lattasi?

Come si estrae l’enzima lattasi?

Indice dei Contenuti

L’enzima lattasi gioca un ruolo cruciale nel sistema digestivo umano. Questo enzima, prodotto naturalmente nell’intestino tenue, è responsabile della scomposizione del lattosio, uno zucchero complesso presente nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. Tuttavia, molte persone mancano di una quantità sufficiente di questo enzima nel loro sistema, portando a condizioni come l’intolleranza al lattosio.

Fortunatamente, la lattasi può essere estratta e utilizzata come integratore per aiutare quelle persone che non la producono in quantità sufficiente. Ma come avviene esattamente l’estrazione dell’enzima lattasi?

In questo articolo, ci addentreremo nel processo di estrazione dell’enzima lattasi, discutendo i diversi metodi utilizzati e la scienza dietro di essi.

lattosio_lattasi_galattosio_glucosio

Cosa è l'enzima lattasi e perché è importante?

La lattasi è un enzima che scompone il lattosio, uno zucchero presente nel latte e nei prodotti lattiero-caseari, in zuccheri più semplici, glucosio e galattosio, che possono essere facilmente assorbiti nel flusso sanguigno.

Quando una persona non produce abbastanza lattasi, il lattosio non viene scomposto correttamente, causando sintomi come gonfiore, gas, crampi addominali e diarrea.
Questa condizione è nota come intolleranza al lattosio.

Come si estrae l'enzima lattasi?

L’enzima lattasi viene estratto principalmente da due fonti: lieviti e funghi. I metodi di estrazione possono variare a seconda della fonte, ma solitamente includono la fermentazione del lievito o del fungo, seguita da vari processi di purificazione per isolare l’enzima.

Nel caso del lievito, l’enzima lattasi viene prodotto naturalmente durante il processo di fermentazione. Il lievito, solitamente Saccharomyces cerevisiae, viene fatto crescere in un ambiente ricco di nutrienti. Durante questo processo, il lievito produce lattasi, che viene poi isolata e purificata.

Per quanto riguarda i funghi, l’enzima lattasi viene solitamente estratto dal fungo Aspergillus oryzae. Anche in questo caso, il fungo viene coltivato in un ambiente ricco di nutrienti, producendo lattasi durante il processo di crescita. L’enzima viene quindi isolato attraverso vari processi di purificazione.

Estrarre lattasi dal lievito Saccharomyces Cerevisiae

Saccharomyces cerevisiae è un tipo di lievito noto per il suo uso nella panificazione e nella fermentazione alcolica. Ma, oltre a far lievitare il pane e produrre birra, questo lievito versatile ha un altro utilizzo interessante – è una delle fonti primarie per l’estrazione dell’enzima lattasi.

Il processo inizia con la coltivazione del Saccharomyces cerevisiae in un ambiente controllato. Questo lievito è particolarmente adatto a produrre lattasi, poiché produce l’enzima come parte del suo normale metabolismo. Durante il processo di crescita e moltiplicazione del lievito, la lattasi viene prodotta e rilasciata nell’ambiente circostante.

Una volta che il Saccharomyces cerevisiae ha prodotto una quantità sufficiente di lattasi, il processo di estrazione può iniziare. Questo inizia con la raccolta delle cellule del lievito e la successiva rottura delle pareti cellulari. Questo processo di lisi consente di liberare gli enzimi e altre sostanze interne presenti all’interno delle cellule del lievito.

Una volta che gli enzimi sono stati liberati, l’enzima lattasi viene poi separato da altri enzimi e sostanze. Questo processo di purificazione può includere diversi passaggi, tra cui filtrazione, centrifugazione e cromatografia. Questi processi aiutano a isolare l’enzima lattasi e a rimuovere altre sostanze non desiderate.

Il risultato finale è un preparato puro di lattasi che può essere utilizzato in integratori dietetici.

Aspergillus_oryzae_lattasi

Estrarre lattasi dal fungo Aspergillus oryzae

Un’altra fonte comune di lattasi è il fungo Aspergillus oryzae. Questo fungo è utilizzato in molte culture alimentari, in particolare in Asia, dove è un componente essenziale della fermentazione del sake, della soia e di molti altri prodotti alimentari.

Come il Saccharomyces cerevisiae, anche l’Aspergillus oryzae produce l’enzima lattasi come parte del suo normale metabolismo. La coltivazione di Aspergillus oryzae per l’estrazione di lattasi segue un percorso simile a quello del Saccharomyces cerevisiae. Il fungo viene coltivato in un ambiente controllato, dove produce e rilascia lattasi nel mezzo circostante.

Dopo che il fungo ha prodotto abbastanza lattasi, il processo di estrazione può iniziare. Questo comporta la raccolta del fungo, la lisi delle cellule per liberare gli enzimi interni e, infine, la purificazione dell’enzima lattasi. Questi passaggi, come la filtrazione, la centrifugazione e la cromatografia, aiutano a isolare la lattasi dalle altre sostanze presenti.

Quale è la migliore fonte di lattasi?

Determinare la migliore fonte di lattasi non è una questione semplice e dipende in larga misura dalle circostanze individuali di ciascuna persona. La lattasi può essere estratta da diverse fonti, tra cui lieviti, funghi e batteri, e ciascuna di queste fonti ha i suoi vantaggi e svantaggi.

La lattasi estratta dal fungo Aspergillus oryzae, ad esempio, è spesso considerata superiore perché è più resistente all’acidità dello stomaco. Questo significa che una percentuale maggiore di lattasi sopravviverà al passaggio attraverso lo stomaco e sarà disponibile per svolgere la sua funzione nell’intestino tenue. Di conseguenza, gli integratori di lattasi a base di Aspergillus oryzae possono essere più efficaci per le persone con elevati livelli di acidità gastrica.

D’altra parte, la lattasi derivata dal lievito Saccharomyces cerevisiae ha una lunga storia di utilizzo sicuro e può essere un’opzione efficace per le persone che tollerano bene i prodotti a base di lievito. Inoltre, questo tipo di lattasi è spesso più economico da produrre, il che può ridurre il costo degli integratori di lattasi per i consumatori.

Allo stesso tempo, è importante considerare che la quantità di lattasi in un integratore non è l’unico fattore che determina la sua efficacia. Anche il dosaggio, il momento dell’assunzione, la forma dell’integratore e altri fattori possono influire su quanto bene il corpo è in grado di utilizzare la lattasi.

Nel caso specifico dell’integratore LATTASI PLUS, la scelta è caduta sull’uso di lattasi derivata da Aspergillus oryzae, in quanto è stata valutata come la fonte di lattasi più efficace per i consumatori. Questa decisione è stata presa considerando sia l’efficacia della lattasi nell’aiutare la digestione del lattosio, sia la sicurezza dell’uso continuativo dell’integratore.

La migliore fonte di lattasi può variare a seconda delle esigenze individuali, ma Aspergillus oryzae è spesso considerato una scelta eccellente per la sua efficacia e tollerabilità.

L'importanza della purezza dell'enzima lattasi

La purezza dell’enzima è un fattore fondamentale quando si considera l’assunzione di un integratore di lattasi. La purezza si riferisce alla percentuale di una sostanza che è effettivamente l’enzima desiderato, in questo caso, la lattasi.

Integratori di bassa qualità o mal prodotti possono contenere una quantità inferiore dell’enzima rispetto a quanto dichiarato in etichetta. Allo stesso tempo, potrebbero essere presenti altre sostanze non necessarie o addirittura dannose. Questo può avere un impatto significativo sulla funzionalità del prodotto e sulla salute dell’utente.

Una purezza elevata garantisce che l’integratore contenga un’alta percentuale dell’enzima lattasi e poche o nessuna sostanza non desiderata. Un integratore con una lattasi altamente pura sarà più efficace nel digerire il lattosio e minimizzare i sintomi dell’intolleranza al lattosio. Inoltre, un prodotto con una lattasi di alta purezza avrà meno probabilità di causare effetti collaterali o interazioni negative con altri alimenti o farmaci.

La purezza dell’enzima è dunque un criterio fondamentale nella scelta del miglior integratore di lattasi. Essa non solo garantisce l’efficacia del prodotto, ma è anche un indicatore della qualità generale dell’integratore e dell’attenzione del produttore verso la salute dei suoi consumatori.

LATTASI PLUS - Purezza ed Efficacia

LATTASI PLUS è un integratore a base di enzima lattasi che si distingue per la sua purezza e efficacia. È un prodotto pensato per coloro che vivono con l’intolleranza al lattosio e hanno bisogno di una soluzione sicura ed efficiente per poter consumare prodotti a base di latte senza affrontare fastidiosi sintomi gastrointestinali.

La purezza delle compresse LATTASI PLUS risiede nel processo di estrazione dell’enzima lattasi. Come già accennato, la lattasi utilizzata in LATTASI PLUS viene estratta da Aspergillus oryzae, un fungo noto per la sua capacità di produrre lattasi di alta qualità. Il processo di estrazione garantisce che la lattasi contenuta in LATTASI PLUS sia altamente pura, minimizzando la presenza di sostanze indesiderate o potenzialmente dannose. Questo si traduce in un prodotto più sicuro per il consumatore e in un’integrazione più efficace.

L’efficacia di LATTASI PLUS risiede nella sua alta concentrazione di lattasi. Ogni compressa contiene una quantità di enzima tale da digerire efficacemente il lattosio contenuto in una tipica porzione di cibo. Questo significa che con una sola compressa di LATTASI PLUS, i consumatori possono godere di un pasto contenente lattosio senza preoccuparsi di eventuali disagi.

Inoltre, LATTASI PLUS è un prodotto pratico e conveniente. Grazie alla sua alta concentrazione di lattasi, una singola compressa è sufficiente per la maggior parte dei pasti, rendendo l’integratore facile da usare e da trasportare. Inoltre, dal momento che LATTASI PLUS contiene solo l’enzima lattasi e nessun additivo indesiderato, è un prodotto adatto anche a chi segue una dieta vegana o chi è affetto da altre intolleranze alimentari.

LATTASI PLUS rappresenta una scelta eccellente per chi cerca un integratore di lattasi altamente puro ed efficace. Con la sua formula di alta qualità, può aiutare a gestire l’intolleranza al lattosio in modo sicuro ed efficiente.

Blog contenente articoli di approfondimento riguardo il mondo della intolleranza al lattosio: News, curiosità, sintomi, cibi, approfondimenti, etc…

Per richieste specifiche verso il nostro redazionale, non esitare ad inviarci un messaggio.

SEGUICI SUI SOCIAL E SUL GRUPPO FACEBOOK

SCARICA LA GUIDA PER INTOLLERANTI AL LATTOSIO

COMPRESSE LATTASI PLUS

Scopri subito a cosa servono e come possono migliorare la gestione della tua intolleranza al lattosio!

Integratore LATTASI PLUS

Integratore di Lattasi 15.000 FCC con vitamina D3 (200UI)
100% Naturale – Made in Italy
100 Compresse
1 Compressa LATTASI PLUS = 1 pasto

Spedizione gratuita in tutta Italia
Porta Compresse GRATUITO

Se invece hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

porta_compresse_lattasi_plus

Integratore
LATTASI PLUS

Integratore di Lattasi 15.000 FCC
con vitamina D3 (200UI)
100% Naturale – Made in Italy
100 Compresse
1 Compressa LATTASI PLUS = 1 pasto

Spedizione gratuita in tutta Italia
Porta Compresse GRATUITO

Se invece hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

porta_compresse_lattasi_plus

Blog contenente articoli di approfondimento riguardo il mondo della intolleranza al lattosio: News, curiosità, sintomi, cibi, approfondimenti, etc…

Per richieste specifiche verso il nostro redazionale, non esitare ad inviarci un messaggio.

SEGUICI SUI SOCIAL E SUL GRUPPO FACEBOOK

COMPRESSE LATTASI PLUS

Scopri subito a cosa servono e come possono migliorare la gestione della tua intolleranza al lattosio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×
Carrello close